arrow-calendar--leftarrow-calendar--rightarrow-leftarrow-rightbutton-arrowcalendarclockdownloadgridinfolinklogo-museohemingwaylogo-vertical-museohemingwaymarkerpaypalrouteshare-emailshare-facebookshare-google-plusshare-pinterestshare-twittershareslider-arrow-leftslider-arrow-rightsocial-facebooksocial-issuusocial-youtubetickets
incontri Culturali

LIBRI IN VILLA: IL CAPO. LA GRANDE GUERRA DEL GENERALE LUIGI CADORNA

Marco Mondini

Titolo

 IL CAPO. LA GRANDE GUERRA DEL GENERALE LUIGI CADORNA

Fondazione Luca è lieta di invitarvi alla presentazione del libro “Il Capo. La Grande Guerra del generale Luigi Cadorna” domenica 16 settembre alle ore 15.30, nella suggestiva cornice della Cappella Mares di Villa Cà Erizzo Luca a Bassano del Grappa. La presentazione è inserita nella ricca programmazione della manifestazione della 2ª mostra mercato dell’editoria della Grande Guerra che si terrà all’interno dei giardini di Villa Cà Erizzo sabato 15 e domenica 16 settembre dalle ore 10 alle ore 19.

DOMENICA 16 ORE 15:30
Interverrà l’autore Marco Mondini

Luigi Cadorna diresse con poteri pressoché assoluti le operazioni militari italiane nella grande guerra. L'enorme consenso personale e la debolezza dei governi di Roma lo misero al riparo da ogni critica: nonostante l'insuccesso dei suoi piani, le enormi perdite di vite umane, il rischio di una sconfitta sul fronte trentino nel 1916, il generale rimase al suo posto fino alla disfatta di Caporetto, nell'autunno 1917. Quanto era stato incensato prima, tanto venne demonizzato poi. Il libro rilegge la carriera e l'operato di Cadorna collocandone la figura nel contesto della cultura militare europea e della storia italiana dell'epoca. Luigi Cadorna appare così come il rappresentante, non eccezionale, di una generazione di professionisti delle armi ossessionata dal passato inglorioso, dalle umilianti sconfitte e dai difetti di un paese che ritenevano debole e indisciplinato. 

Marco Mondini insegna Storia militare nell’Università di Padova ed è ricercatore all’Istituto storico italo-germanico della Fondazione Bruno Kessler di Trento. Con il Mulino ha pubblicato «La guerra italiana» (2014) e «Andare per i luoghi della Grande Guerra» (2015); ha inoltre curato «La guerra come apocalisse» (2017).Luigi Cadorna diresse con poteri pressoché assoluti le operazioni militari italiane nella Grande Guerra. L’enorme consenso personale e la debolezza dei governi di Roma lo misero al riparo da ogni critica: nonostante l’insuccesso dei suoi piani, le enormi perdite di vite umane, il rischio di una sconfitta sul fronte trentino nel 1916, il generale rimase al suo posto fino alla disfatta di Caporetto, nell’autunno 1917. Quanto era stato incensato prima, tanto venne demonizzato poi. Il libro rilegge la carriera e l’operato di Cadorna collocandone la figura nel contesto della cultura militare europea e della storia italiana dell’epoca. Luigi Cadorna appare così come il rappresentante, non eccezionale, di una generazione di professionisti delle armi ossessionata dal passato inglorioso, dalle umilianti sconfitte e dai difetti di un paese che ritenevano debole e indisciplinato.

 

INGRESSO GRATUITO

INFO
Cappella Mares, villa Cà Erizzo
MUSEO HEMINGWAY E DELLA GRANDE GUERRA
TEL 0424 529035
INFO@VILLACAERIZZOLUCA.IT
WWW.MUSEOHEMINGWAY.IT

 
Newsletter

Resta aggiornato su tutte le nostre ultime novità ed eventi